Sostenere il piacere di leggere anche in situazione di DSA 2\2

Questo post ripropone le annotazioni scritte, a mio uso, per l’incontro che conclude il ciclo in tema di DSA (disturbi specifici dell’apprendimento) organizzato dall’Associazione genitori presso l’Istituto comprensivo di Cadorna. Non ha alcuna pretesa di esaustività -lo metto a disposizione come mera traccia.

2013-08-06 14.13.51

Annette Tamarkin, Tout blanche, Les Grandes Personnes, 2010


In questa seconda parte si entra nel merito di quali libri proporre a bambini e ragazzi dislessici a partire da un convincimento:  leggere con piacere e in libertà rende ricchi, leggere per obbligo testi imposti crea non lettori.

Addentriamoci adesso in una rapida e parziale carrellata di proposte interessanti:

Panoramica tra le case editrici che usano accorgimenti specifici per favorire l’alta leggibilità

Attingo direttamente ai testi pubblicati sui rispettivi siti delle case editrici interessate all’alta leggibilità per assemblare una carrellata conoscitiva sulle proposte in catalogo.
Quando le case distribuiscono i font elaborati per favorire l’alta leggibilità evidenzio la notizia per agevolare l’accesso all’informazione.

La casa editrice BIANCOENERO illustra la sua politica per favorire l’alta leggibilità:

logobiancoenero

Un libro ad alta leggibilità è un libro accessibile anche a chi ha specifiche difficoltà di lettura
– come i dislessici, i non madrelingua, i lettori riluttanti – ma che in generale rende più agevole la lettura di tutti (…).
L’alta leggibilità agisce essenzialmente su due livelli:
a) l’abbattimento delle barriere tipografiche
b) la comprensibilità del testo
Abbattere le barriere tipografiche, che sono un ostacolo concreto all’accesso al contenuto, vuol dire adottare tutti quei criteri codificati da tempo che rendono più ‘amichevole’ la pagina per chi l’affronta:

  • testo non  giustificato, con lunghezza irregolare delle righe per facilitare il passaggio
  • da una riga all’altra e per evitare la divisione in sillabe;
  • paragrafi spaziati che offrono a chi legge dei traguardi di lettura facilmente raggiungibili;
  • carta color crema che non dà riflessi e di uno spessore tale da scongiurare la trasparenza del verso della pagina
  • l’uso di una font specifica  che garantisca la massima chiarezza e aiuti a confondere il meno possibile le lettere simili o speculari (b-d; q-p; e-a; I-l), che sono quelle che creano maggiori difficoltà ai dislessici.

(Qui potete leggere il testo integrale, che io ho sintetizzato e riadattato).
La casa editrice ha elaborato un font per agevolare la lettura, che è messo gratuitamente a disposizione per scopi non commerciali (è sufficiente richiederlo qui).

Biancoenero propone a catalogo più collane:
Zoom (Fascia d’età: 8-11 anni)
Raccontami (Fascia d’età: 10-14)
Maxizoom (Fascia d’età: 90-12)
STRANI TIPI (Fascia di età: 8-12 anni)
LEGGIMI (Fascia di età: 9-11 anni)
GRANDI ( anche per adulti)

Altra casa editrice che pubblica libri con accorgimenti pensati per agevolare persone con DSA è UOVONERO che dedica a tali lettori la collana abbecedanze che vede all’attivo tre romanzi dettati dall’autore dislessico Henry Winkler, a molti noto come Fonzie di Happy Days. I romanzi ripropongono disavventure e stratagemmi di un ragazzino con DSA per riuscire nella scuola e nella vita di tutti i giorni. La casa editrice si rivolge con questi libri a bambini tra 9 e 12 anni.

La Edizioni Angolo Manzoni ha una caratteristica: edita l’intero catalogo A GRANDI CARATTERI per favorire la lettura. Inoltre utilizza altri accorgimenti che descrive nel proprio sito:

– Evidenziazione della punteggiatura: attraverso un allargamento calibrato dello spazio che la precede.
– Interlinea ampia: separa chiaramente una riga dall’altra.
– Formato del libro e struttura della pagina studiati per non oppri­mere ma nemmeno disperdere una corretta lettura.
– Qualità della carta: di bassa grammatura, ma di alto spessore, è leggera ma evita la trasparenza del verso della pagina. Il colore avorio evita il riflesso.
– Legatura in brossura, con cucitura delle segnature: consente l’apertura totale del libro e garantisce la sua maneggevolezza.
Le proposte sono differenziate sia in base all’età a cui è rivolta l’opera, sia in base agli accorgimenti adottati (visivi, audio). Si legge sul loro sito” due le fasce consigliate, percorribili però in ogni senso, avanti e indietro, con la massima libertà di scelta: racconti brevi e fiabe (dai 6 /7anni e oltre), narrativa classica e contemporanea (dai 9 anni e oltre).
(…) Un sistema efficace è portare avanti in parallelo la visualizzazione del testo e l’ ascolto dello stesso: abbiamo iniziato con la versione audio mp3 – o recitata – dei volumi del progetto “Superare le barriere di lettura”.
Nel 2010 ai volumi JUNIOR D è  allegato un CDmp3 con il testo recitato da attori professionisti.
Dal giugno 2011 il file audio è scaricabile gratuitamente dal sito del  Centro Internazionale del Libro Parlato “A. Sernagiotto” ONLUS www.libroparlato.org”.

La casa editrice SINNOS presta attenzione alle esigenze dei dislessici attraverso la collana Leggimi! nata nel 2007 con la convinzione che  leggere (e crescere con tutti gli strumenti necessari per diventare adulti responsabili e – perché no – più sereni) è un diritto di tutti i bambini.
Nel presentare la collana si legge sul sito che sono seguiti particolari accorgimenti:
1) strutture sintattiche semplici, con divisione in paragrafi e capitoli brevi, arricchiti da immagini che facilitano la comprensione del testo
2) un carattere creato appositamente (la font leggimi! – copyright 2007 Sinnos)
3) carta color avorio e opaca per non stancare la vista, senza effetti di trasparenza
4) spaziatura adeguata, senza normali procedure di giustificazione del testo (l’interruzione di riga segue il ritmo del racconto e le parole non vengono mai spezzate per non interrompere il flusso naturale della lettura) e interlinea maggiorata.

Le tipologie di pubblicazioni si articolano per rispondere a diverse esigenze e gusti:
leggimi! ( fascia d’età dai 6-11 anni);
leggimi teens ( fascia degli adolescenti);
leggimi graphic (le prime grapich novel italiane accessibili anche a chi ha difficoltà di lettura).
Caratteristiche di base della font leggimi! sono:
1. spaziatura più larga del consueto tra le lettere;
2. presenza\assenza delle grazie nelle lettere speculari (d-b, q-p) e di quelle che hanno forme simili che si ripetono (a-o, t-l),  differenziazione nell’orientamento dell’anello o nella conclusione delle ascendenti e delle discendenti.
3. uniformità massima possibile nello spessore del carattere, evitando assottigliamenti.

PER I PRIVATI: La Sinnos cede gratuitamente la font per uso non commerciale.
PER LE SCUOLE: La Sinnos cede gratuitamente a fronte dell’acquisto dell’intera collana leggimi.

Audiolibri: il piacere di ascoltare storie ben lette

Godere di una lettura tramite CD o MP3 è un piacere nella misura in cui è ben fatta, con una recitazione adeguata, un giusto riconoscimento di ritmi e pause, una voce pulita. (Completamente diverso è il caso di una lettura regalata da una persona a cui si è legati, presente in carne ed ossa, in questo caso se la valenza affettiva prevale, poco importa se le parole inciampano l’una sull’altra, la balbuzie incombe, la scioltezza del verbo tarda ad arrivare: quando ci si vuol bene e si desidera stare insieme, si sà, tutto fa gioco!)
Molte case editrici hanno a catalogo audiolibri, non tutti propongono la versione integrale dell’opera (!) e non tutte sono ben fatte. Talvolta ho segnalato alcuni che trovo interessanti (vedi qui, qui, qui).
Le case sopra presentate propongono anche audiolibri in abbinamento alla versione cartacea per supportare una lettura attiva attraverso l’accompagnamento della voce narrante.

fumetti

Ariol è il personaggio di fumetti molto apprezzato fin dalle prime letture autonome

I fumetti sono spesso considerati forme di narrazione secondarie, peccato. Esistono ottimi fumetti, con varie difficoltà di leggibilità. E’ bene dare la possibilità ai bambini di incontrarne di vario tipo (esistono numerosi caracteur di penne contemporanee, oltre agli intramontabili. Bravi librai e bibliotecari sapranno orientarvi)

albi, albi silenti

David Wiesner, Flotsam. Un albo per tutti, adulti compresi

Coloro che non sanno leggere  sono generalmente acuti lettori di immagini; tale capacità  tende ad andare persa mano a mano che l’ambiente circostante insegna che la scrittura è una forma narrativa più elevata rispetto a iconica: peccato! Leggere le immagini è una grande abilità, nuovamente fondamentale, ora che la nostra società del profitto investe enormi capitali in strategie che fanno leva sulla dimensione affettiva proprio utilizzando la forza evocativa delle immagini. Il visuale rischia di dominare le scelte senza che le persone ne siano consapevoli.
Oltre a questo fatto è importante riconoscere lo spessore che gli albi illustrti (silenti e non) hanno quando sono ben fatti, esistono veri e propri capolavori per tutte le età: bambini\e, ragazzi\e, adulti, anziani. Occorre andare oltre alcuni pregiudizi:
– che i libri con le figure sono cose da bambini;
– che i libri per bambini sono semplici. La semplicità quando è frutto di un lavoro effettuato per sottrazione è molto molto “alta”, spesso inarrivabile alle persone poco curiose delle cose della vita.

Libri sculture e libri che prendono vita

Revolution: The Lifecycle of Water Told in a Stop Motion Pop Up

Esistono molti libri che sono veri e propri prodigi di cartotecnica, molti sono reperibili anche nella grande distribuzione, soprattutto i pop-up, ma molti altri sono custoditi in biblioteca e nelle librerie specializzate. Ve ne sono per tutte  le età e tutte le tasche.

Conclusioni: I libri sono ponti di pace tra i bambini del mondo

Logo Stampa IBBY

Desidero chiudere presentando a chi non la conosce una storia meravigliosa, viva, da sostenere, quella di Ibby.
Nel 1945 fu proposto dal governo statunitense a Jella Lepman di coordinare un programma di assistenza alle donne e ai bambini tedeschi. Jella era persuasa che la ricostruzione della Germania e la rinascita culturale dovesse prendere le mosse dai bambini, educandoli alla mondialità, alla pace e alla fratellanza.  Decise di muoversi in questa direzione utilizzando i libri come ponti di pace  e nel 1952 organizzò una Conferenza internazionale per promuovere la pace nel mondo attraverso un ponte di libri per l’infanzia: nasceva Ibby (International Board on Books for Young People) che oggi comprende più di settanta Paesi in tutto il mondo ed è impegnata a promuovere la conoscenza del libro di qualità per i più giovani.
(Approfondimenti e documenti si possono leggere nello splendido libro: Jella Lepman, La strada di Jella, prima fermata Monaco, Sinnos Editore, 2009).

Un te con te, libro dell’artista Ilaria Gradassi

I libri sono educatori silenti, sono compagni di vita, sono finestre sul mondo. I libri accendono sguardi, nutrono lo spirito, sostengono l’intelligenza e l’empatia. I libri consentono di nominare il mondo e viaggiare dentro noi stessi, talvolta salvano la vita , spesso alimentano gioia e benessere. Tutti i bambini e le bambine hanno diritto a bei libri, scelti liberamente tra tanti e vari.