un circolo di studio che ha voglia di crescere

2012-09-29 18.59.14

Animare alleanze e cooperare precocemente con le persone, fin dagli esordi della loro vita,
significa impegnarsi ad accoglierle e riconoscerle nella loro unicità,
permettendo loro di soddisfare i bisogni profondi e crescere libere,
nel rispetto della propria e altrui natura e,
per quanto possibile, felici!

Perché?

La qualità delle cure che si ricevono è determinante per imparare a “volersi bene” e sentire di “valere”, condizioni necessarie per uno sviluppo globale sano della persona.

Ciascuna persona costruisce la percezione di sé e del proprio valore grazie alle relazioni che vive in precoce età e successivamente, fino alla fine dei suoi giorni.

Un adulto che riconosce nel bambino, fin dai primi istanti di vita, una “persona” animata da bisogni e direttive naturali, ha bisogno di lavorare su se stessa per imparare a sostenerlo e accompagnarne lo sviluppo, che è sempre personale e unico.

L’ambiente è un educatore silente ma determinante.

Anche i libri sono educatori silenziosi, sono ponti, sono finestre sul mondo. Non è mai troppo presto o troppo tardi per far incontrare a qualcuno un bel libro.

Il gioco libero e il movimento sono fonte di gioia, oltreché un diritto! Entrambi agiscono come fattori di protezione in situazione di difficoltà e deprivazione.

2013-03-22 17.43.20

Questi sono i punti in cui si articola il manifesto di alleanze educative, elaborato insieme ad Alice Gregori, psicomotricista bresciana, studiosa di Emmi Pikler e presidentessa di Emmi’s Care. Appena ci siamo conosciute, abbiamo avviato uno scambio continuativo di materiali, opinioni ed esperienze, intessendo una collaborazione volta ad approfondire il tema del lavoro di cura.

E’ così che ha preso forma il manifesto, oggi on line.

Chi mi conosce sa quanti dubbi hanno accompagnato la decisione di mettere in rete il frutto di un lavoro nato intorno alla volontà personale, condivisa con Alice, di affinare il sapere intorno ai gesti “banali” andando a risignificare la “scoperta dell’acqua calda” -poiché proprio nei gesti piccoli piccoli del quotidiano consta la cura più significativa. Nei gesti minuti e nelle accortezze ai bisogni della persona, di ogni età, si radicano i progetti ambiziosi e sostenibili, quelli veramente significativi, capaci di radicarsi nelle esperienze delle persone, quelli che alimentano una buona percezione di sé e del proprio valore.
La pubblicazione del Manifesto non ambisce ad altro che a quanto esplicita, vuole essere uno stimolo per le persone  sensibili verso le tematiche in oggetto.

DSC_0631

Coloro poi che intendono approfondirle sistematicamente, insieme a noi, sono invitate a considerare la possibilità di aderire al circolo di studio,  mettendosi in contatto tramite questo recapito: alleanze@educative.it

A dicembre il prossimo incontro del circolo, sarà l’occasione per esaminare le richieste di partecipazione pervenute e per accogliere i nuovi arrivi.