Giocare con la sabbia – 7 marzo il seminario a Milano

DSC01991

Ultimissimi giorni per iscriversi al seminario in programma per il 7 marzo. Non  attardatevi ulteriormente  a confermare le iscrizioni e a chiedere informazioni, mercoledì chiudono le iscrizioni.

DSC_0051

Non trovo tempo, in questi giorni affollati, per scrivere ancora il senso della mia proposta; chi desidera approfondire può leggere vecchi post che vi segnalo a seguire:

DSC01987

Qui un resoconto del seminario sulla sabbia recentemente tenuto a Brescia, in cui evidenzio le valenze pedagogiche del “nominare” correttamente il libro movimento, spiegando come tale esercizio contribuisca ad accendere lo sguardo sui gesti “oggettivamente ” compiuti da una persona, unico modo per conoscerla veramente e co-costruire una collaborazione rispettosa con lei.

DSC_9917

Qui una presentazione del lavoro di Ute Strub, colei che mi ha introdotto a queste riflessioni ed esperienze, durante la settimana trascorsa insieme a Roma in occasione del seminario in cui l’ho affiancata come interprete e collaboratrice mentre teneva il seminario sulla sabbia per e presso il Centro Nascita Montessori. Vi si può leggere come è arrivata a creare il famoso spazio Strandgut, a Berlino, in cui bambini e ragazzi giocano con la sabbia, con pieno gaudio e soddisfazione.

DSC02034

Qui il racconto di Ute Strub su Strandgut.

DSC_9919

Qui alcuni approfondimenti che evidenziano quanto, permettere alle persone di giocare con la sabbia, abbia valenze estremamente favorevoli e profonde.

DSC_9946

Segnalo anche altre iniziative a cui sti lavorando in questi giorni:

Domenica 1 marzo, a Brescia, sulla Centralità del bambino nell’azione educativa, sul quale ho scritto i due pezzi che precedono questo post.

Il 6 marzo, ore 10.00-12.00, sarò invece a Bologna (via Rizzoli 1-F ) presso la Libreria Giannino Stoppani, per parlare di Maria Montessori. La giornata è organizzata da Alir (Associazione Librerie indipendenti Ragazzi) nell’ambito di una serie di iniziative dedicate alla collana Sirene (EL edizioni) per ricordare buoni libri che parlano di grandi donne.
Qui tutti i dettagli. INGRESSO LIBERO

E a breve, anche in Toscana, provincia di Siena (incredibile ma vero!)