autoproduzione+ fanzinoteca = Zara

IMG_20170225_121302

La biblioteca civica di Zara pullula di vita, un gruppo di bibliotecari affiatati e ottimamente condotti da Emma Catiri la animano con eventi, iniziative, angoli studiati per rispondere alle diverse esigenze.
Una collaborazione ormai consolidata, perlomeno nell’immaginario degli abitué, è quella con La Pipette Noir, associazione culturale presieduta da Valeria Foschetti che si adopera per la gratuita diffusione di fanzines e autoproduzioni, e lo fa attraverso una biblioteca itinerante chiamata “La fanzinoteca”.
Da maggio 2016  la biblioteca Zara ospita un angolo fisso, aperto un sabato al mese, dove poter consultare e prendere in prestito le pubblicazioni della Fanzinoteca; quasi ogni mese, inoltre, Valeria ed Emma organizzano presentazioni e laboratori dedicati all’autoproduzione ( tra cui l’incontro con Illustratore Italiano, di cui avevo già scritto qui).

IMG_20170225_112452

Sabato passato la Fanzinoteca ha ospitato una realtà davvero interessante: Pratiche dello Yajè,  un’etichetta editoriale nata nel 2007 e creata da Paolo Cabrini che raccoglie autoproduzioni realizzate negli anni: edizioni, collage, box-collage, fanzine e non ultimi i manifesti tipo-xilografici.

IMG_20170225_111946

Lo yajè o ayahuaska è un allucinogeno vegetale che gli sciamani dell’Amazzonia usano come mezzo per essere condotti alla visione dell’oltre. Ma è anche il titolo di un interessante epistolario poetico “Beat” intitolato “Le lettere dello yajè” (1953-1963) tra W. Burroughs e A. Ginsberg.

Paolo Cabrini, ispirandosi a questa pratica che conduce alla nuova visione, imposta tutta la sua dimensione creativa e grafica, lavorando in una ricerca di contenuti grotteschi e ironici, legandosi alle avanguardie artistiche del 900: Dadaismo, Patafisica, Lettrismo e Situazionismo.

IMG_20170225_120328

Esperto conoscitore delle tecniche calcografiche, da 25 anni, si è specializzato nella xilografia e incisione diretta che col tempo ha unito alla conoscenza tipografica per la progettazione di poster dalla dimensione di 25×35 cm. Stampati rigorosamente a mano e con tirabozze tipografici. Amante della stampa manuale che porta con sé la poesia dell’artigianalità del fare artistico, la grafica si slega dai confini rigidi di quella digitale e ogni poster viene pensato sulle forza espressiva e comunicativa che intende trasmettere.

IMG_20170225_112432

L’arte è capacità di far pensare e riflettere. La brevità dei messaggi composti nei poster, insegue una poetica sintetica e rapida alla lettura che stupisce, indigna e regali soprattutto un sorriso. Le allusioni, i doppi sensi e le ambiguità spesso scatenate dalle parole e dalla grafica incisa, sono l’armatura portante della comunicazione di Pratiche dello Yajè.

IMG_20170225_112058

Pratiche dello Yajè realizza laboratori per adulti e bambini, con lo scopo di divulgare sistemi di stampa a rilievo: LaborType, LaborXilo, LaborMonoprinting, LaborFanzine, LaborStamp. Una officina di stampa mobile aperte a diversi workshop.

IMG_20170225_112321

Per la qualità del lavoro che Paolo porta avanti e anche per la politica di prezzi, che rende decisamente accessibili corsi e persorsi di qualità, segnalo alcune sue proposte, che possono essere agevolmente pensate su misura del richiedente e che grossomodo sono riproposte di mese in mese, eccone alcune:

IMG_20170225_112145

LaborType laboratorio di stampa tipografica & xilografica;si svolge con attività pratiche di composizione tipografica e stampa a rilievo con caratteri mobili, inchiostrazione manuale e stampa con l’uso di un tirabozze tipografico; prevede la creazione di un manifesto tipografico, apprendere i rudimentali aspetti della progettualità grafica e i suoi contenuti. In numeri: 3 h. circa; 9\15 partecipanti; 35 €, per bambini e adulti, scuole, associazioni, biblioteche.

IMG_20170225_112205

IMG_20170225_112252

LaborXilo (professionale) laboratorio professionale per apprendere la tecnica dell’incisione diretta su legno e linoleum. Realizzazione di matrici rivolte alla progettazione di manifesti a due, massimo tre colori. 
Programma: Storia della xilografia e della tecnica di incisione; Storia del manifesto tipo e xilografico dal Secessionismo al Maggio del 68; Uso delle sgorbie e dei materiali; La stampa manuale con cucchiaio e quella con torchio tipografico; Progettazione grafica e contenuto comunicativo. In numeri: 16 h. circa in un weekend, 4\8 partecipanti; 120 €, per adulti, scuole, associazioni, biblioteche.

IMG_20170225_112504

LaborMonoprinting introduce alla tecnica della monotipia, con l’obbiettivo di realizzare un manifesto o disegno con l’uso di inchiostri tipografici e stampa manuale con baren o tirabozze tipografico. L’originalità tecnica di questa stampa resta nella sua forma spontanea di tracciare segni su di una pellicola trasparente (acetato) precedentemente inchiostrata e poi stampata una sola volta, da qui il termine di monotipia o monoprinting. Il lavoro realizzato è a tutti gli effetti una stampa d’arte a esemplare unico. In numeri: 2-3 h; 6\12 partecipanti; 35 € (materiale incluso); per bambini e adulti, scuole, associazioni, biblioteche.

IMG_20170225_112418

LaborStamp Si disegna con i timbri per creare storie fantastiche e magiche. Una striscia di carta lunga 60 cm sarà usata come supporto della storia e poi ripiegata a fisarmonica per formare un piccolo libretto, detto in gergo tecnico editoriale “leporello”. In numeri: 2-3 h; 6\12 partecipanti; 35 €; per bambini e adulti, scuole, associazioni, biblioteche.

IMG_20170225_124740

LaborFanzine un incontro sull’autoeditoria, con l’obbiettivo di stimolare alla produzioni di Fanzine. Programma: Storia del Fanzine; I formati e le tecniche di impaginazione; I contenuti dei Fanzine; Visita alla Fanzinoteca di Valeria Foschetti Biblioteca Zara Milano In numeri: 3-4 h; 6\15 partecipanti; 25 € per adulti, scuole, associazioni, biblioteche.

IMG_20170225_120320

LaborFanzineCollage realizzazione di un Fanzine con la tecnica del collage, con l’intento di stimolare i partecipanti alla creazione di una poesia visiva. Il formato usato è quello del Leporello che in gergo editoriale definisce quel volumetto creato da una striscia di carta più volte ripiegata fino a formare una fisarmonica. Le copertine sono invece stampate tipograficamente e successivamente montate sulla striscia di carta. In numeri: 3-4 h; 8\16 partecipanti; 20 €; per adulti, scuole, associazioni, biblioteche.

IMG_20170225_112418

Per saperne di più: Paolo Cabrini 

Web: www.pratichedelloyaje.wordpress.com

Instagram: #pratichedelloyaje

Fb : Pratiche dello Yajè

Cell. 3355218436

e- mail; paolo.cabrini67@gmail.com

IMG_20170225_124925

[i testi provengono quasi interamente da sito e comunicazioni cartacee curate direttamente da Paolo Cabrini]