movimento e sviluppo affettivo

Documento acquisito-08

Komako Sakai, Hatsue Nakawaki, Aspettami, Babalibri, 2016

Oggi è ormai acquisito che la componente affettiva esercita un ruolo importante sullo sviluppo psicomotorio, mentre è ancora poco studiata l’influenza della motricità sull’affettività; l’osservazione puntuale del movimento, invece, ci permette di conoscere il bambino fin dagli esordi del suo essere in vita, poiché, per usare le parole di Henri Wallon

  il movimento è tutto ciò che può mostrare sulla sua vita psichica e la traduce interamente.

Agnès Szanto-Feder (di cui ho già scritto qui) scrive a tal riguardo

Il movimento ha due aspetti essenziali. Prima di tutto è espressione: è il suo ruolo diretto nel legame del bambino con l’ambiente umano. In secondo luogo, è presenza nel mondo fisico: adattamento e allo stesso tempo mezzo di conoscenza e di padronanza in un ambiente in cui il bambino vivrà d’ora in avanti.
Tra l’altro, ogni tappa dello sviluppo della motricità del bambino è funzione:
– del suo livello di maturazione;
– della sua esperienza immediata quando interagisce con il suo ambiente in senso lato (condizioni dell’ambiente che determinano il suo livello di libertà di agire);
– della storia del suo sviluppo precedente (delle sue esperienze accumulate ed elaborate) in cui il bambino integrerà le nuove acquisizioni.
[Agnès Szanto-Feder, L’osservazione del movimento nel bambino. Accompagnare lo sviluppo psico-motorio nella prima infanzia, Erikson, 2014, pp 48-49]

Documento acquisito-12

Tatiana Gambetta, Elisa Mazzoli, Piccino, il leone verde piccoli, 2017

I libri fotografici recentemente in catalogo Il leone verde, rispettivamente Piccino e Gioco il mondo, vanno a dare conto dell’eleganza delle posture adottate dai bambini nei loro spostamenti.

Nella fotografia sopra, è resa la scioltezza con cui il bambino mantiene l’equilibrio durante un movimento rotatorio, allarga la base del baricentro attraverso l’appoggio sulla mano sinistra e spinge verso l’esterno il piede destro, a completamento di un triangolo che trova nel ginocchio sinistro il terzo vertice.

Documento acquisito-14

Tatiana Gambetta, Elisa Mazzoli,Gioco il mondo, il leone verde piccoli, 2017

Anche le fotografie sopra, pur mantenendo il focus sul gioco, danno l’opportunità, allo sguardo attento, di cogliere attraverso quali punti di appoggio i bambini naturalmente ricreino una posizione di equilibrio: quando il baricentro cade su un’area governata da gambe e busto eretto, si liberano le due mani per giocare , laddove invece gambe e busto creano una diagonale instabile si rende necessario l’appoggio su una mano.

Documento acquisito-15

Tatiana Gambetta, Elisa Mazzoli,Gioco il mondo, il leone verde piccoli, 2017

Da una lettura dei corpi ritratti sopra si coglie come molti bambini, per lungo tempo, dormano con le braccia allargate, o stese sopra alla testa, dando modo così al torace di espandersi e favorire un’ampliamento della superficie polmonare.

Dialogo con questi tre cartonati -segnalandoli- per un motivo ben preciso:

  • il protagonista di Aspettami, lo splendido albo edito in Italia da Babalibri, offre una rappresentazione raffinatissima di come il bambino naturalmente ricerchi l’equilibrio nei suoi spostamenti. Tale rappresentazione è molto rara, motivo per cui le associazioni Edufrog aps ed Emmi’s Care stanno lavorando a un progetto riccamente articolato -che  sarò presentato a Bologna in occasione della Children’s Book Fair, martedì 4 aprile in sala allegretto- progetto che prende le mosse dal concorso ILLUSTRAZIONI IN MOVIMENTO di cui a breve sarà annunciato il vincitore.
  • Segnalo poi gli altri due cartonati perché muovono passi in una direzione interessante per colmare un vuoto nell’editoria italiana riguardo ai primi libri fotografici, sono infatti ancora molto rari esempi significativi di cartonati fotografici e piuttosto frequenti quelli in cui le foto sono mal tagliate (anche a discapito dell’interezza del volto) oppure inutilmente arricchite con elementi ornamentali che depauperano complessivamente il libro.

Per coloro che fossero interessati ad approfondire lo sviluppo motorio-cognitivo-affettivo del bambino, segnaliamo il seminario sulla sabbia che si svolgerà a Bologna nei giorni 25 e 26 marzo, durante il quale sarà posta attenzione anche a questi aspetti, oltre che al diritto alla felicità e il valore del gioco in quanto esperienza fine a se stessa.
Per le iscrizioni, entro il 12 marzo, info@emmiscare.org.

loc 25-26