adolescenti vs adulti

Nel corso dell’adolescenza, gli esseri umani devono affrancarsi dai complessi legami e dipendenze che hanno stabilito con i genitori, e una certa misura di rifiuto attivo, a volte violento, fa spesso parte del processo. Paradossalmente, quest’urgenza innata può far sentire gli adolescenti provvisoriamente isolati, ma è stato provato che il conflitto con i genitori, in […]

Continua la lettura…

rivoluzione culturale e conversazione

Trovo davvero geniale come Dag Solstad,  nello stupendo romanzo Timidezza e dignità (Iperbora, 2010) fa il punto sullo stato della conversazione, oggi sempre più spesso sincopata, abbozzata, malcostruita, embrionale, quando non palesemente abortita dalla smania di brevità, velocità, conformismo, simultaneità, immediatezza, semplicismo, unidirezionalità e, non per ultimo, da un abuso compulsivo e vacuo di strumenti tecnologici […]

Continua la lettura…

Nuovi poveri. Tanti bambini.

Oggi soffermo lo sguardo su una moderna perversione: esser poveri lavorando, seppur sacrificando tempo, famiglia, interessi, salute, relazioni, partecipazione attiva al benessere della comunità. Tutto in nome di pochi spiccioli, tassati in anticipo secondo meccanismi malati, spesso pagati in ritardo -e senza garanzie sull’effettiva riscossione. E la nuova povertà ha ricadute anche su molti bambini. […]

Continua la lettura…

Torna DIGITAL READERS 6

  Giovedì 19 novembre 2015 torna Digital Readers, il convegno che dal 2010 promuove e lancia riflessioni sulle relazioni tra nuove generazioni, letture, adulti e tecnologie digitali, intorno al quale hanno preso forma, negli anni, numerosi eventi collaterali. Quest’anno ho il piacere di partecipare alla tavola rotonda Adulti sull’orlo di una crisi di nervi. Il ruolo di […]

Continua la lettura…

vivere il presente, co-costruire futuro

Intorno all’infanzia, all’adolescenza e all’età giovanile è diffuso un pensiero che oscilla dalla sacralizzazione al compatimento, dalla demonizzazione alla patologizzazione: oggetto di infinite proiezioni da parte degli adulti, bambini e ragazzi diventano geni e talenti, angeli e eroi, oppure vittime e piccoli criminali, ingrati violenti. Costellata di infiniti palchi e prove di competenze, di una […]

Continua la lettura…

relazioni e “tempo reale”

Che io sappia nessuna ha ancora studiato con l’attenzione che meritano le conseguenze sull’amore prodotte dall’uso costante dei telefonini, per cui ciascuno deve essere costantemente reperibile e contattabile. Dal mio piccolo e parziale osservatorio posso solo notare che i bambini non hanno più diritto e la possibilità di vivere un’esperienza individuale, misurando in solitudine le proprie […]

Continua la lettura…

Cosa farai da grande? Immaginarsi il futuro nell’epoca della crisi

“E’ difficile diventare adulti quando non c’è abbastanza lavoro da uomini” (Paul Goodman, dalla quarta di copertina di Work) Se chiediamo ai bambini “Cosa farai da grande?” le risposte sono assai varie, spaziano tra  ambiti molto diversi tra loro e riflettono l’ambiente in cui vivono, ambiente di cui fanno parte integrante i media, fattore che contribuisce molto ad […]

Continua la lettura…