Tra le sirene… Maria Montessori

 

Sirene è una bella collana in casa EL che racconta le vite e le passioni di donne che hanno fatto  la storia, eccone alcuni esempi: Cristina Belgioso patriota e giornalista, Peggy Guggenheim collezionista d’arte che sostenne molti artisti affinché potessero dedicarsi al loro lavoro, Margaret Mead celebre antropologa capace di scelte anticonformiste molto decise, Artemisia Gentileschi  pittrice e donna impegnata a tutelare i suoi diritti personali (visse nel 1600!).

L’editore, Orietta Fatucci, spiega il senso dell’operazione: dare visibilità alle donne che hanno significativamente lasciato un segno, che hanno determinato una differenza tra il prima e il dopo, che hanno saputo seguire passioni, ragione e obiettivi nonostante avversità ed ostacoli, spesso a costo di grandi rinunce.

Tra i libri della collana, la mia prima scelta è stata quella di leggere la storia di Maria Montessori raccontata alle bambine e ai bambini: non sono rimasta delusa.
Il taglio della narrazione pone particolare attenzione a uno dei nodi più complessi della sua vicenda umana (il rapporto con il figlio nato da una relazione extramatrimoniale, che fino ad una certa età crescerà senza sapere chi è la madre) ma senza indugiare  in inutili dettagli. Daniela Palumbo guida il lettore al nucleo centrale dell’opera montessoriana: permettere al bambino, a tutti i bambini e le bambine del mondo, di crescere fiducioso nelle proprie ed altrui capacità, con spirito critico, collaborativo, pacifico (Approfondimenti sulla vita di Maria Montessori sono disponibili nella pagina dedicata del mio sito).
Un libro ottimamente riuscito, che avrò cura di far incontrare ai lettori, maschi e femmine, a partire dai 10\11 anni circa di età, che amano conoscere le storie biografie di chi ha il cambiato il corso della “nostra storia”.