Ieri si è fatto un viaggio nella letteratura per l’infanzia

Viaggio interessante ieri sera presso il Palazzo delle Culture del mondo (qui tutte le info).
L’intento era accendere domande, più che offrire risposte e contenuti; a partire da questo si è riflettuto sull’incongruenza di un dato di realtà: pedagogisti ed economisti concordano nel valutare che un investimento massiccio e continuativo, di alta qualità, nei primi anni di vita, accompagna le persone verso l’autonomia e l’autorealizzazione; investimenti risicati, discontinui e privi di un pensiero a lungo raggio, comportano oneri per le casse statali e comunali che, nelle situazioni di maggior difficoltà, spesso diventano interventi non risolutivi destinati a prolungarsi per considerevole parte della vita adulta.
I tagli alla cultura e all’educazione sono immotivati, antieconomici, fallimentari! Soprattutto in tempo di crisi.
Si è riflettuto su come la logica pervasiva del consumismo abbia spento in molte persone la capacità, che i bambini hanno, di interrogarsi su chi sono, chi desiderano essere e cosa è importante per loro. Buoni libri mantengono accese queste domande, cattivi libri e strategie commerciali meramente interessate al profitto, esercitano un impatto molto negativo poiché muovono nella direzione della semplificazione (in tema di consumismo e bambini qui e qui).
Giovanna Zoboli ha condiviso poi la storia che eternamente si rinnova e che vede muovere agli editori più raffinati l’osservazione che i loro libri non sono per bambini: si è esplorato un po’ il senso di questo disconoscimento degli interessi e della capacità dei bambini di godere con estrema facilità di libri e di come siano gli adulti ad essere in difficoltà.
Sul valore dei libri si è parlato molto anche ricordando la storia e il presente di Ibby e di Ibby Italia (per approfondimenti qui).
Una sintesi puntuale mi assorbirebbe troppo tempo, mi limito a pubblicare le slide che hanno fatto da traccia al nostro lavoro, rassicurandovi sul fatto che la conversazione è stata ben più dinamica e appassionante.

20 novembre 2013 (1)

2 20 novembre 2013 (2)

3 20 novembre 2013 (3)

4 20 novembre 2013 (4)

5 20 novembre 2013 (5)

6 20 novembre 2013 (6)

7 20 novembre 2013 (7)

8 20 novembre 2013 (8)

9 20 novembre 2013 (9)

10 20 novembre 2013 (10)

11 20 novembre 2013 (11)

12 20 novembre 2013 (12)

13 20 novembre 2013 (13)

14 20 novembre 2013 (14)

15 20 novembre 2013 (15)

Non mancheranno altre occasioni di confronto e approfondimento, alcune in programma già nei prossimi giorni.