relazioni e “tempo reale”

Che io sappia nessuna ha ancora studiato con l’attenzione che meritano le conseguenze sull’amore prodotte dall’uso costante dei telefonini, per cui ciascuno deve essere costantemente reperibile e contattabile. Dal mio piccolo e parziale osservatorio posso solo notare che i bambini non hanno più diritto e la possibilità di vivere un’esperienza individuale, misurando in solitudine le proprie […]

Continua la lettura…

40 settimane di attesa … e il mondo intorno

In maniera spassosa l’illustratrice Glòria Vives Xiòl ironizza su quanto e come possano variare le reazioni a un test di gravidanza in base all’età:   Quaranta settimane che fanno una differenza radicale e irreversibile; settimane di attesa, ma per chi? Il periodo che intercorre dal concepimento di un bambino\a ai primi anni di vita, era fino a pochi […]

Continua la lettura…

infan-seat : sono arrivate le mamme robot ?

Gli Infant seat  quei “troni” che dagli arbori della loro invenzione immobilizzano i bambini in posture ostacolanti il naturale movimento, avvalendosi di cinture per “legare” il povero malcapitato, oggi si sono evoluti, divenendo vere e proprie diavoleria, scevre da ogni buonsenso. Non si limitano più a “contenere” i bambini ma sono divenuti veri e propri contenitori a cui affidare […]

Continua la lettura…

leggere il presente attraverso il passato, con Silei

Quest’anno Silei ha collaborato con due illustratori che a me sono particolarmente cari, Roberto Innocenti e Maurizio Quarello: due “maestri” nell’accezione ampia del termine. Ne La doppia vita del signor Rosemberg edito in casa Salani, la copertina è affidata a Roberto Innocenti, vicino per sensibilità e sguardo ai temi in esso trattati. Silei porta il […]

Continua la lettura…

Accogliere un bambino. O no?

Accogliere un Bambino  di Grazia Honegger Fresco, è un libro di cui sentivo il bisogno in maniera acuta. In 111 pagine di agile lettura, l’autrice esprime in maniera molto chiara ciò che avviene oggi nella cura (?) dei neonati e dei bambini piccoli, troppo spesso vittime di una confusione epocale che contrasta l’insorgere e il […]

Continua la lettura…

La magia in un pacchetto!

Troppi orsacchiotti, di Gus Clarke, è un libro che mi ha fatto conoscere mio figlio, quando era più piccolo.  Non più a catalogo, è reperibile nelle biblioteche pubbliche. E’ molto divertente. E acuto. Da esattamente conto del piacere che provano alcuni adulti nello scegliere un regalo per i bambini. Quasi lo facessero a loro stessi. Lo […]

Continua la lettura…

desiderio, attesa e misura nell’epoca del consumismo

Quanti, vedendo questa immagine, sentono l’eco del desiderio che provavano da piccoli di andare in edicola a comprare 1-3-5 pacchetti di figurine? Nei miei ricordi d’infanzia, la settimana si scandiva anche contando i giorni che dovevano trascorrere per poter tornare a comprare gli anelati pacchetti: l’attesa, la speranza di non trovare doppioni, il desiderio di […]

Continua la lettura…

Ieri si è fatto un viaggio nella letteratura per l’infanzia

Viaggio interessante ieri sera presso il Palazzo delle Culture del mondo (qui tutte le info). L’intento era accendere domande, più che offrire risposte e contenuti; a partire da questo si è riflettuto sull’incongruenza di un dato di realtà: pedagogisti ed economisti concordano nel valutare che un investimento massiccio e continuativo, di alta qualità, nei primi anni di […]

Continua la lettura…

Educazione e pedagogia in tempo di crisi

E’ facile farsi prendere dalla desolazione quando molte cose sembrano andare esattamente nella direzione opposta a quella che vorresti. Se mi guardo intorno, il quadro che mi si presenta è inquietante: – aumentano i bisogni, anche in termini di educazione e cultura, ma cala la consapevolezza, oppure scemano i mezzi e viene meno la capacità […]

Continua la lettura…