Storie dalla DDR

Questo post fa parte del progetto CONTAMINAZIONI CULTURALI: uno sregolato mix-max di bibliografie, segnalazioni, appunti, mappe, immagini: una stringata sintesi di letture e visioni   Due libri sulla vita nella DDR, molto diversi tra loro, mi hanno colpito negli ultimi mesi: Sangue dal naso e altre avventure è un fumetto autobiografico che racconta l’infanzia di Nadia Budde, cresciuta  nella […]

Continua la lettura…

I sentieri della scuola, a Bologna

Sabato 4 marzo sarò a Bologna, con Alice Gregori (Emmi’s Care), ospite dell’associazione  Ludofficina che organizza il convegno I SENTIERI DELLA SCUOLA. Interverranno relatori e professionisti con diverse esperienza, io porterò un contributo dal titolo Infanzia, gioco, giocattolo. In locandina il programma completo. Per informazioni e iscrizioni: info@ludofficina.net    

Il movimento è vita.

Sono un artista del movimento. (…) Con i suoi mobiles, Calder aveva trovato un mezzo d’espressione diretto e forte. Ha lavorato un quarto di secolo prima di me, ed è riuscito a realizzare un’opera plastica indiscutibile e assolutamente straordinaria, con gioia e con un certo humor. E questo mi ha dato fiducia. Diciamo che la […]

Continua la lettura…

Osservazione e regia educativa nel gioco con la sabbia

[articolo scritto a quattro mani con Alice Gregori, psicomotricista e presidentessa dell’Associazione Emmi’s Care] L’osservazione rappresenta” lo strumento” principe per conoscere e comprendere l’altro, per dosare e calibrare le proprie azioni, per accogliere al meglio i bisogni, anche quelli non espressi. Quando osserviamo un bambino, stiamo prestando attenzione a ciò che gli piace, dispiace, gli interessi, […]

Continua la lettura…

Il valore del silenzio

Il silenzio non è altro che “essere come si è” (Dainin Katagiri) Non pratico buddismo e non conosco Dainin Katagiri, ma ri-conosco il senso di questa frase. Il silenzio fa parte della mia natura e risponde a un bisogno profondo della mia persona. Nel silenzio corpo, mente, spirito, si incontrano e sperimentano nuove vie di equilibrio; […]

Continua la lettura…

Quando manca la tranquillità, i bambini si proteggono giocando

Recentemente ho scoperto un autore, Stig Dagerman, che ha saputo esplorare alcuni aspetti dell’infanzia con raro talento, lasciando a noi adulti quesiti e dati oggettivi di realtà che ci obbligano quantomeno a decidere cosa farne. Difficile ignorarli. Con uno stile lineare e preciso, caratterizzato da notevole puntualità sequenziale, riesce ad oggettivizzare la realtà del quotidiano, ma anche l’andamento […]

Continua la lettura…

infan-seat : sono arrivate le mamme robot ?

Gli Infant seat  quei “troni” che dagli arbori della loro invenzione immobilizzano i bambini in posture ostacolanti il naturale movimento, avvalendosi di cinture per “legare” il povero malcapitato, oggi si sono evoluti, divenendo vere e proprie diavoleria, scevre da ogni buonsenso. Non si limitano più a “contenere” i bambini ma sono divenuti veri e propri contenitori a cui affidare […]

Continua la lettura…

il cestino dei tesori

 Il cestino dei Tesori raccoglie e fornisce ai bambini una ricca varietà di oggetti comuni, scelti per rispondere a bisogni naturali: afferrare, esplorare con i sensi, lasciare, riprendere. Determinante, nella proposta del cestino, è la centralità del bambino poiché è lui che “sceglie” liberamente come e dove indirizzare il suo interesse, senza intromissioni: la presenza […]

Continua la lettura…

Vedere, fare, inventare. E anche no!

Chi c’è tra i ritagli? è un bel libro. Perché? Permette di fare moltissime cose, ma anche nulla! E’ un libro-gioco, che tira il lettore dentro con delle domande: Chi c’è tra i ritagli?  ritagli che ci vengono presentati ben ordinati, finchè non si volta pagina e si scopre che nascondono: 10 libellule 9 ranocchi 8 […]

Continua la lettura…