pedagogia e letteratura

I libri sono educatori silenti, come sosteneva Jella Lepman, talvolta ti stanno a fianco, altre fungono da specchio, altre scuotono e turbano, spesso rappresentano palestre emozionali in cui è possibile mettersi nei panni degli altri o provare sentimenti senza censurarli. Ciascuno risponde a ciò che legge in maniera personale, in base alle possibilità che ha in […]

Continua la lettura…

limiti ed errori: senza parole, con Suzy Lee

La Trilogia del limite  di Suzy Lee rappresenta ai miei occhi il testo di riferimento per entrare nella grammatica dell’albo illustrato. In questo agile resoconto sul suo procedere creativo, Suzy Lee accompagna il lettore nei pensieri, nelle scelte, nei dubbi che ha incontrato progettando la Trilogia del limite formata da  Mirror, L’onda, Ombra -albi che esplorano una possibilità: […]

Continua la lettura…

le piccole cose

Sinnos fa pienamente centro con la serie che vede protagonista Lucilla Scintilla e i suoi nonni.  I quattro libriccini raccolgono storie fatte di azioni ed episodi piccoli piccoli, semplici semplici, ma ciò nulla toglie al racconto in termini di vivacità. Le giornate scorrono adagio, con un voltar di pagina cadenzato da illustrazioni pulite eppur piene di […]

Continua la lettura…

movimento e sviluppo affettivo

Oggi è ormai acquisito che la componente affettiva esercita un ruolo importante sullo sviluppo psicomotorio, mentre è ancora poco studiata l’influenza della motricità sull’affettività; l’osservazione puntuale del movimento, invece, ci permette di conoscere il bambino fin dagli esordi del suo essere in vita, poiché, per usare le parole di Henri Wallon   il movimento è […]

Continua la lettura…

leggere bene, leggere tutti!

La scommessa Sinnos con l’alta leggibilità continua a segnare successi, con fumetti che si fanno leggere con gran piacere, per la qualità della storie principalmente, per gli accorgimenti tecnici in sceconda istanza. Nella collana Leggimi graphic anche La leggenda di Zumbi l’immortale, testi  di Fabio Stassi e visivo di Federico Appel, per rievocare le gesta di Zumbi, […]

Continua la lettura…

Di pecore e di colpi di vento

E FU COSÌ CHE IN UN GIORNO DI VENTO, LUIGI LA PECORA DIVENNE LUIGI I, RE DELLE PECORE. UN RE DEVE AVERE UNO SCETTRO PER GOVERNARE, PENSÒ (…) E UN TRONO PER AMMINISTRARE LA GIUSTIZIA, (…) UN BRAVO RE DEVE ANCHE PARLARE AI SUOI SUDDITI e per tenersi occupato, andare a caccia, di cervi, cinghiali […]

Continua la lettura…

Viaggi nell’immaginario

Buchettino celebre spettacolo di repertorio della compagnia Socìetas Raffaello Sanzio, che ha debuttato il 2 maggio del 1995 al Teatro Comandini di Cesena, sede della compagnia, e che da allora non ha mai cessato d’incontrare bambini di tutti i continenti, è divenuto libro in casa orecchio acerbo, con le parole della stessa Chiara Guidi, che […]

Continua la lettura…

anarchia

In quanto anarchico, lo scrittore può intanto attribuirsi in buona coscienza il modesto ruolo del lombrico nel terriccio della cultura che altrimenti si disseccherebbe nell’aridità delle convenzioni. (Stig Dagerman, La politica dell’impossibile, Iperborea, 2016, pag.58) I lombrichi purificano la terra trasformando rifiuti in humus, sono ermafroditi e dotati di una straordinaria sensibilità per tatto, gusto e […]

Continua la lettura…

immaginare l’altrove, con Wiesner

Nutrire l’immaginario  dei giovani è un atto di cura che mi piace immaginare fine a se stesso, anche se agevola la crescita di persone libere, cooperative e felici. Ecco una carrellata dei lavori di David Wiesner, che con mondi “altri” alimenta visioni e accende scintille d’intelligenza. Basta il tronco di un albero sradicato dal vento per lasciarsi trasportare […]

Continua la lettura…