coltivare odio e sofferenza

I bambini del paese giocano alla guerra negli atri delle case fredde e così piene che sembrano scoppiare; giocano con i figli vestiti di stracci dei profughi dall’est o dai Sudeti. I bambini del paese rimangono a letto fino a mattina inoltrata per ingannare lo stomaco facendolo ancora dormire all’ora di un pasto che non […]

Continua la lettura…

CONTAMINAZIONI CULTURALI: fiumi di persone

CONTAMINAZIONI CULTURALI è uno sregolato mix-max di bibliografie, segnalazioni, appunti, mappe, immagini: una stringata sintesi di letture e visioni   Il silenzio non esiste. Tutto si sente. Quel che chiamiamo silenzio è la nostra sordità. Se non fossimo così sordi, il mondo non sarebbe così cattivo. Ma per fortuna c’è qualcuno che sente. (Stig Dagerman) Il senso di colpa […]

Continua la lettura…

Tutti a Bologna, per …

In quanto anarchico, lo scrittore può intanto attribuirsi in buona coscienza il modesto ruolo del lombrico nel terriccio della cultura che altrimenti si disseccherebbe nell’aridità delle convenzioni. (Stig Dagerman, La politica dell’impossibile, Iperborea, 2016, pag.58) I lombrichi purificano la terra trasformando rifiuti in humus, sono ermafroditi e dotati di una straordinaria sensibilità per tatto, gusto e […]

Continua la lettura…

In ogni madre una donna e più rappresentazioni

La mostra allestita al Palazzo Reale di Milano “La Grande Madre” – ideata e prodotta dalla Fondazione Nicola Trussardi insieme a Palazzo Reale per “Expo in città 2015” – analizza l’iconografia e la rappresentazione della maternità nell’arte del Novecento, dalle Avanguardie a oggi, attraverso le opere di oltre 80 artisti internazionali, per un allestimento che […]

Continua la lettura…

Stig Dagerman indaga il rapporto genitori-figli (2\2)

Prosegue il contributo sullo sguardo di Dagerman sul delicato compito educativo dei genitori, qui la prima parte -e  qui un altro pezzo sulle capacità dei bambini di autotutelarsi con il gioco. In Difficoltà di genitori, presente nella raccolta Perchè i bambini devono ubbidire?, Dagerman dialoga con Jonathan Swift in relazione alla sua massima: Ai genitori meno che a chiunque […]

Continua la lettura…

Stig Dagerman indaga il rapporto genitori-figli (1\2)

Stig Dagerman, da molti indicato come il Sartre svedese (sul cui lavoro avevo già scritto Quando manca la tranquillità, i bambini si proteggono giocando) ha lasciato passi molto interessanti sul rapporto genitori-figli, di cui ripropongo un estratto, su concessione della casa editrice IPERBOREA, che ringrazio. Nelle pagine intitolate Perché uccider il contrabbasso -dalla raccolta Perchè i bambini devono obbedire?- Dagerman […]

Continua la lettura…

Quando manca la tranquillità, i bambini si proteggono giocando

Recentemente ho scoperto un autore, Stig Dagerman, che ha saputo esplorare alcuni aspetti dell’infanzia con raro talento, lasciando a noi adulti quesiti e dati oggettivi di realtà che ci obbligano quantomeno a decidere cosa farne. Difficile ignorarli. Con uno stile lineare e preciso, caratterizzato da notevole puntualità sequenziale, riesce ad oggettivizzare la realtà del quotidiano, ma anche l’andamento […]

Continua la lettura…