Un clown. Il mondo intorno.

Il clown si presenta come figura paradossale, come incarnazione dell’unità degli opposti: è l’istigatore della risata (per esempio come giullare di corte) o la sua vittima (per esempio nella parte dell’Augusto); inciampa nei suoi stessi piedi, ma allo stesso tempo si dimostra un virtuoso dell’acrobazia; balbetta, dice cose senza senso o non parla del tutto, […]

Continua la lettura…

le parole dell’incuria in letteratura

Nello splendido racconto I figli del mastro vetraio di Maria Gripe, oggi in catalogo Iperborea , viene descritto sapientemente l’impatto negativo dell’incuria, quella forza impari e oscura che spegne i bambini, persuadendoli di non meritare attenzioni: Il Palazzo era pieno di servitori che a turno si prendevano cura dei bambini. Ma le persone di servizio […]

Continua la lettura…

sistema integrato 0\6, ad Arezzo

Sabato  25 novembre, ad Arezzo, si è svolto il convegno Meno Alti dei Pinguini, parte di un progetto che nasce dalla collaborazione tra la Cooperativa Sociale Progetto 5 di Arezzo, la Cooperativa Culturale Giannino Stoppani di Bologna e la Libreria La Casa sull’Albero, a seguito della mostra Un Altro Sguardo. Figure e storie di diversabilità nei libri […]

Continua la lettura…

Rappresentazioni d’infanzia

  Quando il bambino era bambino Peter Handke   Quando il bambino era bambino, se ne andava a braccia appese. Voleva che il ruscello fosse un fiume, il fiume un torrente; e questa pozza, il mare.   Quando il bambino era bambino, non sapeva d’essere un bambino. Per lui tutto aveva un’anima, e tutte le […]

Continua la lettura…

Storie dalla DDR

Questo post fa parte del progetto CONTAMINAZIONI CULTURALI: uno sregolato mix-max di bibliografie, segnalazioni, appunti, mappe, immagini: una stringata sintesi di letture e visioni   Due libri sulla vita nella DDR, molto diversi tra loro, mi hanno colpito negli ultimi mesi: Sangue dal naso e altre avventure è un fumetto autobiografico che racconta l’infanzia di Nadia Budde, cresciuta  nella […]

Continua la lettura…

Muoversi per crescere

[Articolo di Alice Gregori, psicomotricista e studiosa dell’approccio Pikler, presidentessa dell’Associazione Emmi’s Care] La pediatra Emmi Pikler ha dimostrato che ogni bambino, se sostenuto da cure affettive amorevoli attraverso cure attente e dedicate e da un’ambiante adeguato a favorire il suo movimento libero, sviluppa dà sé le sue capacità e competenze attraverso uno sviluppo motorio […]

Continua la lettura…

i bambini sono cattivi!

Per i bambini che dominano totalmente la madre o l’intera famiglia, la vita non è molto divertente (…)  Un bambino che vince con la prepotenza non trova mai un piacere soddisfacente, perché non gli è dato spontaneamente. Non ci sono doni ma solo estorsioni. [Asha Phillips, I no che aiutano a crescere, Feltrinelli, 1999 – […]

Continua la lettura…

social: it’s complicated!

Che succede quando gli adolescenti comunicano mediante i social network come Facebook; Twitter e Instantgram? Come gestiscono la propria identità, come difendono la propria privacy, che cosa mettono in gioco dei propri sentimenti? Queste sono solo alcune delle domande che danah boyd (per sua volontà il nome è scritto sempre interamente in minuscolo o maiuscolo) […]

Continua la lettura…

Tavolozze sentimentali

Ti svegli una mattina, e hai una nuvola in testa che oscura anche la luce del sole. (…) Rende tutto triste e grigio. (…) Ma la mattina dopo, al tuo risveglio, La nuvola se n’è andata. (…) E da qualche parte tra la testa e il cuore si apre un fiore. Tanti i colori sentimentali […]

Continua la lettura…