ateismo e spiritualità

Leo Lionni, al termine di un viaggio in Giappone rispose così a Tanikawa che gli chiese quali fossero le convinzioni religiose: “Sono un ateo mistico”. Mi aspettavo che qualcuno dei partecipanti si mostrasse sconcertato, come di certo sarebbe successo ad alcuni dei miei amici americani ed europei, ma qui nessuno mosse ciglio. Dopo tutto, il […]

Continua la lettura…

fare, leggere, giocare, mangiare in biblioteca: al Dokk1

Ecco un reportage fotografico dalla visita estiva al DOKK1, la biblioteca pubblica integrata ai servizi amministrativi e sociali del Comune di Aarhus, che anima un vero e proprio centro culturale. DOKK1 Sorge nel centro della città, sul lungomare, ed è parte di un più ampio progetto di sviluppo urbano MediaSpace Aarhus, inaugurato il 20 giugno 2015. Scorgendolo da lontano, si […]

Continua la lettura…

luci sull’umanità, a Skagen

Nella punta estrema della Danimarca si raccolsero, sulla fine del 1800, alcuni pittori, dando vita alla scuola di Skagen, dal nome del paese di pescatori in cui si stabilirono: i principali esponenti furono, Peter Severin Kroyer, e la coppia Michael ed Anna Ancher, ma vi giunsero artisti da diversi luoghi dell’Europa, della Russia e del Nord […]

Continua la lettura…

La Cina è sempre meno lontana?

La Cina come metafora di paese lontano e sconosciuto, quasi irraggiungibile, accompagna Piccolo Elefante e Mamma Elefante nell’incantevole storia di Sesyle Joslin e illustrata da Leonard Wiesgard Piccolo elefante va in Cina: una rappresentazione intelligente, elegante e lieve di una Normalità familiare che non è sempre scontata e che spesso è lacerata da rapporti conflittuali tra […]

Continua la lettura…

isole d’intimità, per genitori e figli

Se chiudo gli occhi e mi concentro, sento ancora adesso la voce di mia madre quando ero piccola, che ogni sera mi leggeva qualcosa prima di addormentarmi, albi illustrati o poesie. Ricordo le cadenze e le inflessioni, il ritmo e la velocità della sua voce da lettura: espressiva e sfumata, pronunciava ogni parola lentamente e […]

Continua la lettura…

Le scatole delle meraviglie

Per introdurre i lavori di un lungo sabato di formazione e programmazione, con le educatrici di un nido, ho pensato di offrire loro wunderschachteln per  attraversare e com-prendere la meraviglia, al fine di operarci sopra riflessioni di metodo e di contenuto. Cosa muove la meraviglia ? E da cosa è mossa? prima esperienza Dalla grande scatola estraggo piccole […]

Continua la lettura…

Datemi tempo!

Datemi tempo: lo sviluppo autonomo dei movimenti nei primi anni di vita del bambino è il titolo di un libro scritto dalla dottoressa Emmi Pikler, che ha determinato un cambiamento di prospettiva nello sguardo sul bambino, riconoscendo nel libero movimento un fattore complessivamente determinante sullo sviluppo motorio-propriopercettivo-cognitivo-affettivo. Il libro, uscito in Italia per la prima volta […]

Continua la lettura…

Stig Dagerman indaga il rapporto genitori-figli (2\2)

Prosegue il contributo sullo sguardo di Dagerman sul delicato compito educativo dei genitori, qui la prima parte -e  qui un altro pezzo sulle capacità dei bambini di autotutelarsi con il gioco. In Difficoltà di genitori, presente nella raccolta Perchè i bambini devono ubbidire?, Dagerman dialoga con Jonathan Swift in relazione alla sua massima: Ai genitori meno che a chiunque […]

Continua la lettura…

Marina Abramović: ancora due parole sul silenzio

Bisogna rivalutare l’ importanza del non sprecare le parole. Spesso parliamo solo per il gusto di farlo. Eppure la comunicazione non verbale è più vera, profonda, onesta. Tutto il tuo corpo comunica: gli occhi, la pelle, le mani. Il silenzio cambia l’ intero essere e il modo di percepirlo dall’interno. Marina Abramović nel 2010 ha tenuto […]

Continua la lettura…